+39 3939309818 info@parchigiardini.com

Endoterapia

IMG_1733I parchi e i giardini delle nostre città, assumono sempre più importanza sotto l’aspetto ambientale, ricreativo e storico-culturale. Tuttavia, la conservazione, la manutenzione e la valorizzazione delle aree verdi urbane rappresenta una sfida sotto molti aspetti. Alcuni dei fattori che contribuiscono a tale situazione e che, aggravandosi, possono senza meno condurre ad una situazione di degrado urbano, nonché ad eccezionali fenomeni di pericolosità per gli stessi visitatori, sono la spiccata antropicizzazione delle aree urbane adibite a verde, la difficoltà nel reperire personale qualificato e i costi di manutenzione.
Tutti questi fattori contribuiscono nell’insieme a promuovere uno stato degenerativo negli organismi vegetali, con conseguenti attacchi costatanti e copiosi di agenti patologici, come insetti e malattie fungine, che provocano disseccamento e schianto di rami, caduta di melata che imbratta oggetti, auto e passanti e perdita della funzione estetica dei vegetali stessi, soprattutto alberi. Come risultato, ecco la ridotta possibilità di usufruire appieno degli spazi verdi, danni provocati a cose o persone e generale senso di malcontento da parte della cittadinanza, in modo particolare nella stagione primaverile/estiva. Lo stesso vale a dirsi nei parchi privati laddove il verde costituisce parte integrante della struttura stessa.

Con queste premesse, e rammentando che gli organismi vegetali, così come quelli animali, sono più soggetti a qualsiasi forma patologica se deboli, stressati o malnutriti, Parchi e Giardinirichiama l’ attenzione delle Amministrazioni Pubbliche e dei singoli privati sull’importanza di adeguati interventi di cura e manutenzione che abbiano come obiettivo metodici e programmati trattamenti nutritivo-curativi degli alberi, da eseguire con mezzi appropriati, nelle forme dovute e con prodotti di indiscusso successo, senza tralasciare, ovviamente, i costi di intervento.

A questo scopo esiste la possibilità di intervenire per via endoterapica nella cura e prevenzione delle più comuni patologie e fisiopatie vegetali e per la manutenzione e la nutrizione degli alberi, sfruttando le tecniche più innovative.

Il vantaggio dell’endoterapia nella cura del verde urbano, in contrapposizione ai trattamenti antiparassitari tradizionali che prevedono l’irrorazione delle chiome e l’uso di abbondanti quantità di pesticidi è abbastanza ovvio. Comunque, in riferimento al metodo ed ai prodotti utilizzati da Parchi e Giardini, che rappresentano il nuovo standard per l’endoterapia a livello mondiale, si elencano una serie di prerogative:

  • Assenza di inquinamento ambientale;
  • Dispersione di prodotti antiparassitari pari a zero;
  • Sicurezza per l’operatore, per i cittadini e per la fauna;
  • Interventi possibili in qualsiasi posizione sia ubicata la pianta;
  • Possibilità di trattare in qualsiasi condizione climatica (vento o pioggia);
  • Annullamento del rischio di dilavamento da parte di pioggia;
  • Iniezione di sostanze stimolanti con risultati evidenti in 3/4 settimane;
  • Azione rapida e duratura (anche 2 o tre anni);

Il sistema di endoterapia proposto, già utilizzato su larga scala in Italia, in svariati contesti urbani, supera per efficacia e minor invasività tutte le attuali tecniche ad alta pressione ed è l’evoluzione della tecnica a microiniezione. Inoltre, Parchi e Giardini raccomanda il sistema per endoterapia Arborjet® che permette di eseguire meno fori e di dimensione inferiore. 

Tra le specie arboree che si possono trattare con l’endoterapia citiamo: Ippocastano, platano, tiglio, olmo, acero, pino, cedro, palme ecc.
Ed ecco alcuni dei parassiti che si possono combattere:

Tra le malattie fungine citiamo:

  • Guignardia aesculi (Antracnosi dell’ ippocastano);
  • Gnomonia platani (Antracnosi del platano);
  • Phytophthora Spp. (Mal dell’inchiostro del castagno);
  • Tracheomicosi delle conifere, ecc

Articoli correlati: